• +39 0521 957595
  • Email info@auroradomus.it

News

Addio a Annalisa Lottici, socia di Auroradomus, giovane mamma coraggio.

annalisaDalla "Gazzetta di Parma" del 29 Aprile 2016

Pensava agli altri, Annalisa: lei veniva sempre dopo. Forse una deformazione professionale per una giovane donna che lavorava nel campo del sociale. Altruista: tanto da nascondere a tutti la gravità delle sue condizioni fino all’ultimo, per proteggere il figlio, gli anziani genitori, gli amici. E’ morta mercoledì sera all’ospedale Maggiore, la 38enne Annalisa Lottici, mamma di Michele, liceale di 17 anni. Da tempo combatteva contro la malattia. Un gruppo di amici eccezionali l’ha assistita fino a quando il suo cuore si è fermato: si sono alternati, non l’hanno mai lasciata sola, né di notte né di giorno. Lavorava per la cooperativa Aurora Domus con sede in via Sonnino, zona Crocetta: era stata operatrice per l’assistenza domiciliare agli anziani, poi il passaggio agli uffici del quartiere San Leonardo. Dall’attività sul campo, ora coordinava con grande senso di responsabilità il lavoro degli altri. Il padre Giovanni, 88 anni, è molto conosciuto in Val d’Enza e Val Cedra: è lo storico fondatore e direttore onorario del Coro Due Valli. La mamma Franca, che ha gestito a lungo un negozio di giocattoli vicino all’Arco di San Lazzaro, martedì ha compiuto 75 anni: «Vedrai che domani starò meglio», le ha detto la figlia, quasi a volerle fare un ultimo regalo. Purtroppo non è andata così: la vita di Annalisa - cresciuta e sempre vissuta nella zona Est della città, prima in via Emilio Lepido, poi a San Prospero, quindi in strada Beneceto - si è spezzata. Ma non l’affetto dei tanti che l’hanno apprezzata e le hanno voluto bene: «Era una persona molto altruista - ricorda Mattia, amico e collega -, fino all’ultimo non ha voluto rivelare la gravità della sua malattia per non far preoccupare gli altri. E fino a quando le forze glielo hanno permesso ha lavorato: a volte per non restare indietro si portava le cose da fare a casa». Lavorare negli uffici non aveva interrotto il suo rapporto con gli anziani: «Con molti era rimasta in contatto, la chiamavano ancora. Lei era una che lasciava il segno». «Annalisa era una persona molto seria e preparata nel lavoro - aggiunge Vera, operatrice di Aurora Domus -. Una persona eccezionale, amichevole». Una che aveva «cuore e anima», fondamentali per occuparsi dei più deboli. Amava anche gli animali, la sua passione era la Joy, una bastardina: «Ma a lei non piaceva definirla così - dice ancora Mattia -: lei la chiamava "cane di fantasia"». Spesso la sera si ritrovava con un gruppo di amici per portare a spasso i cani: a volte facevano dei viaggi tutti insieme con i loro amici a quattro zampe. La famiglia, nell’annunciare la scomparsa di Annalisa, ringrazia i medici del Day Hospital oncologico. I funerali saranno celebrati domani nella chiesa della Trasfigurazione di via Sidoli con partenza alle 10 dalla sala di commiato di Ade, alla Villetta. Stasera alle 20.30 nella stessa chiesa sarà recitato il rosario.

 

Auroradomus Cooperativa Sociale

Via G.S. Sonnino 33/A
43126 Parma 
info@auroradomus.it
Telefono: +39 0521 957595
Fax: +39 0521 957575

Iscriviti alla newsletter del Gruppo Colser-Auroradomus