• +39 0521 957595
  • Email info@auroradomus.it

Polo Educativo di Comunità “Patrizia Ferri” di Parma

Polo Educativo di Comunità “Patrizia Ferri” di Parma

DATI GENERALI

Indirizzo: Via Casaburi 14 (Parma)

Tel.: 342 7186846

e-mail: nicolaQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orari di accesso: i visitatori possono accedere alla Centro Diurno in ogni momento della giornata.

Come raggiungere la struttura:

  • Con l’autobus attraverso la linea urbana numero 15.
  • In auto. Il centro è comodamente raggiungibile in automobile (uscita della tangenziale sud: quartiere Montanara) ed è provvisto di un ampio parcheggio privato a disposizione dei visitatori.

Capacità di accoglienza: Il servizio può accogliere 9 utenti.

Stampa

CONTATTO PER INFORMAZIONI, DISPONIBILITÀ DI POSTI ED ACCESSO

Coordinatrice: Nicola Maffini. Il Coordinatore è presente in struttura tutti i giorni. Previo accordo è possibile visitare la struttura per osservare direttamente i locali e gli ambienti.

CARATTERISTICHE DELLA STRUTTURA

Il Centro Residenziale per persone con Disabilità è un servizio per persone disabili gravi, che si colloca nella rete dei servizi socio-sanitari del territorio, con caratteristica di residenzialità.

Il Centro è organizzato in modo da poter garantire interventi educativi, socio-sanitari ad elevato grado di integrazione associati a percorsi socio-riabilitativi che prevedono l’integrazione tra le diverse figure professionali presenti.

Il Centro Residenziale per persone con Disabilità basa le sue attività sulla costruzione di Progetti Educativi Individualizzati (P.E.I.), che prevedono il coinvolgimento delle famiglie ed è caratterizzato dall’apertura all’esterno, in un’ottica di integrazione con le risorse presenti sul territorio.

Polo Educativo di Comunità Patrizia Ferri di Parma 

PECULIARITÀ DEL SERVIZIO

Spazi: Il servizio è diviso in due grandi spazi: un salone da pranzo con annessa la cucina e “l’atelier” (luogo dove si svolgono le attività creative e ricreative), ed una zona notte, costituita dalle camere da letto degli ospiti, ciascuna col proprio bagno attrezzato, un bagno con vasca da bagno ed il magazzino. Lo spazio circostante è adibito a parcheggio automezzi, con un grande giardino attrezzato con dondoli e tavoli.

La personalizzazione dei percorsi: Avendo assunto come prioritario il tema della qualità della vita delle persone che lo frequentano, il Centro ha orientato la propria attenzione alla specificità che caratterizza i bisogni, i desideri, le richieste, le potenzialità dei suoi ospiti.

L’integrazione degli interventi: Essere attenti alla persona e al suo contesto e osservare in maniera sistemica e complessa le interazioni che si verificano consentono di cogliere l’interdipendenza dei fattori e delle condizioni. In coerenza con questa prospettiva, gli interventi, che si rendono necessari di fronte ai problemi che si presentano o in funzione degli obiettivi da perseguire, sono caratterizzati dall’integrazione. Questo significa che nel servizio si procede con la modalità del lavoro d’équipe, che vede le diverse figure professionali operare nella unitarietà di un progetto secondo una metodologia di rete fondata sulla capacità di ascolto e dialogo con gli interlocutori principali.

L’integrazione nel contesto sociale: Il Centro si rivolge ai suoi ospiti sulla base di una progettualità che intende ridurre la presenza di “luoghi della diversità”, favorendo la frequentazione e la familiarità, la condivisione di contesti di vita, di lavoro e di relazione tra cosiddetti normodotati e disabili.

Una prospettiva progettuale: Ogni intervento richiede una prospettiva progettuale, sono sempre presenti necessità di traduzione dell’abilità in nuovi contesti o di adattamento della stessa ai cambiamenti intervenuti nel contesto precedente. Comprendere le condizioni di salute della persona passa attraverso l’imprescindibilità dei fattori contestuali (i fattori personali e i fattori ambientali), nessuno dei quali è caratterizzato da immobilismo.

Attività svolte recentemente all’interno della struttura e costantemente riprogrammate.

Le attività proposte si articolano nel rispetto delle caratteristiche e dei differenti profili degli utenti, tenendo quindi ben presenti i Progetti Educativi Individualizzati. Strutturando annualmente le Attività, il Centro garantisce agli ospiti:

  • Attività con indirizzo motorio e psico-motorio
    Piscina, passeggiate, animazione musicale, rilassamento.
  • Attività con indirizzo costruttivo, funzionale e manipolativo 
    Sono attività di costruzione e di bricolage che hanno come iniziativa educativa i momenti di carattere produttivo e la realizzazione di esperienze quali la pittura, la fotografia, la manipolazione di materiali diversi: cesteria, carto-legatoria, gesso, assemblaggio, pittura, fotografia, manipolazione, decoupage, fiori secchi, preparazioni di cartelloni, piccola manutenzione e preparazione dei “grandi eventi”.
  • Attività di socializzazione 
    Uscite con l’utilizzo di pulmini o mezzi pubblici per gite, acquisti, passeggiate, commissioni presso uffici (consegna documenti), occasioni di arricchimento culturale (teatro, cinema, biblioteche, mostre, visite a musei), momenti di aggregazione e socializzazione per attività formative esterne (riabilitazione equestre, festa di Natale, festa di carnevale, sfilate allegoriche). Clown-terapia. Lettura di libri. Convivialità col gruppo di riferimento e con il gruppo di attività, pranzi con le famiglie, feste di compleanno degli ospiti.
  • Attività espressive 
    Preparazione di cartelloni decorativi che servono per esporre le foto delle varie esperienze vissute. Creazione degli elaborati necessari per realizzare i “grandi eventi” (Natale, festa di carnevale, etc.). Preparazione di mostre degli elaborati. Laboratorio di teatro. Musicoterapia.
  • Attività per l’autonomia personale 
    Vestirsi e svestirsi, utilizzo dei servizi igienici, comportamento a tavola, cura della propria persona, gestione degli oggetti personali, orientamento nella struttura.
  • Attività socio-assistenziali
    L’attività comprende soprattutto i momenti di assistenza, accudimento e attenzione ai bisogni della persona in particolare con grave disabilità. Igiene personale e bagno assistito, controllo delle posture, attività corporea di rilassamento, lavori al tavolo e a tappeto con l’utilizzo di semplici proposte legate alle abilità delle persone, uscite sul territorio.

MODALITÀ DI ACCESSO 

L’ammissione al Centro avviene a seguito di presentazione di richiesta, all’Assistente sociale di riferimento, che provvederà ad analizzare il bisogno con la famiglia e a predisporre un’ipotesi progettuale da sottoporre all’UVM di competenza.

Le singole richieste, corredate dall’ipotesi progettuale, vengono valutate e a seguito di parere positivo, vengono concordati con la famiglia gli obiettivi del periodo di osservazione presso il servizio e la data di inizio dello stesso.

Il periodo di osservazione dura di norma tre mesi e deve permettere di valutare l’idoneità della persona alle caratteristiche del servizio; a conclusione dello stesso, e ritenuto positivo l’inserimento, viene data comunicazione anche formale alla famiglia della conferma dell’inserimento presso la struttura e viene redatto il Progetto Educativo Individualizzato.

PER QUALSIASI INFORMAZIONE: Coordinatore Nicola Maffini.

Polo Educativo di Comunità Patrizia Ferri di Parma 

Auroradomus Cooperativa Sociale

Via G.S. Sonnino 33/A
43126 Parma 
info@auroradomus.it
Telefono: +39 0521 957595
Fax: +39 0521 957575

Iscriviti alla nostra newsletter

Email


Welfare Cooperativo

Questionario Turismo