• +39 0521 957595
  • Email info@auroradomus.it

News

Grande partecipazione alla prima Assemblea di Gruppo

Dalla "Gazzetta di Parma"

Riorganizzazione delle macroaree del sociale e dei servizi, accentramento delle funzioni strategiche, pianificazione dell’ambizioso progetto di «welfare cooperativo». Tre obiettivi ai quali lavorare sereni: nonostante la crisi penetri sempre più minacciosa, Colser-Auroradomus continua a correre.

Da 118,7 milioni di euro che erano nel 2010, il fatturato 2011 – realizzato attraverso attività in tutta Italia, dal Friuli alla Calabria - cresce infatti a quota 121,1 milioni. Lo storico gruppo cooperativo parmense, 5.000 soci in tutto, sceglie il 2012, battezzato dall’Onu Anno internazionale delle cooperative, per celebrare la sua prima assemblea di Gruppo, la prima cioè da quando Colser-Domus e la cooperativa sociale Aurora hanno dato vita alla partnership che le lega tuttora. Spetta in particolare al presidente Cristina Bazzini, ieri mattina all’Hotel Parma & Congressi, inaugurare – dopo i saluti del direttore dell’Upi Cesare Azzali e dei candidati sindaco Vincenzo Bernazzoli, Roberto Ghiretti, Liliana Spaggiari ed Elvio Ubaldi - un evento all’interno del quale presentare il report economico relativo all’anno precedente, approvare il bilancio da parte dei soci, rinnovare infine gli organi sociali per il triennio a venire.

«L’assemblea ha raggiunto la propria maturità – esclama la Bazzini - oggi è davvero possibile percepire il Gruppo come un soggetto unico, con una sola direzione che attiri le funzioni principali. Il percorso di integrazione tra due realtà distinte è stato complesso ed articolato, tuttavia la strada intrapresa sta cominciando a dare i suoi frutti. Ora è il momento di affrontare nuove sfide».

La Bazzini, affiancata al tavolo dei relatori dal vice Giovanni Poletti nonché da presidente e direttore generale di Auroradomus - rispettivamente Marina Morelli e Rocco Ceresini -, si riferisce proprio al sopracitato modello di welfare cooperativo. «Esso nasce allo scopo di allargare il raggio di protezione sociale dei nostri soci e delle rispettive famiglie. D’accordo il profitto – sostiene -, ma senza mai perdere di vista il senso di responsabilità e solidarietà sociale».

Sanità integrativa, agenzie di viaggi, servizi assicurativi e prodotti di microcredito le proposte attorno alle quali consolidare il progetto. Anche se in cima all’agenda di Colser-Auroradomus resta il disegno di una nuova «casa»: il cantiere della futura sede comune, individuato a ridosso del quartier generale di Confcooperative Parma in via Sonnino, procede a passo spedito.

Detto di un volume d’affari che non tradisce, nemmeno in epoca di recessione, il trend positivo delle stagioni passate, ecco infine un focus sulla composizione del fatturato: sono 64,3 (+1,4% su base annua) i milioni di euro generati dai servizi alle imprese, con sanificazione e igiene ambientale (quota del 76%) a recitare la parte del leone. Leggermente inferiore (56,8 mln, +2,7%) la ricchezza generata dai servizi alla persona, a loro volta dominati dall’assistenza agli anziani (76%).

«Colser-Auroradomus – conclude la Bazzini – si fregia del titolo di paladina dell’occupazione femminile. Senza contare che la stragrande maggioranza dei nostri dipendenti è assunta a tempo indeterminato».

Auroradomus Cooperativa Sociale

Via G.S. Sonnino 33/A
43126 Parma 
info@auroradomus.it
Telefono: +39 0521 957595
Fax: +39 0521 957575

Iscriviti alla newsletter del Gruppo Colser-Auroradomus